Arte > tempo > rivoluzione

L’arte è un atto rivoluzionario.
Sconvolgere il procedere del tempo.
Ma noi non siamo che espressione
di trame già vissute.
Parliamo di soldi, di soldi, di soldi;
muoviamo il vostro interesse
soltanto nello sfregamento
del pollice e dell’indice;
riproduciamo gli stessi gesti,
gli stessi suoni, gli stessi errori.
Però ci ostiniamo a voler parlare
di arte, di tempo, di rivoluzione.
Ora io non vedo che calce,
e pallore: è il motore
che fa muovere la storia,
scatena le guerre, l’idea
che ci fa alzare dal letto.
Non è l’amore, no,
e neanche la paura della morte.

È l’arte di vivere
a farci uscire di casa
tutte le mattine.