America

Per leggere o scaricare il testo in PDF., clicca qui.

America
io lo so cos’hai provato
nel vedere le tue cosce ben nutrite
violentate dall’aereo
che ti ha penetrato, nel panico generale.
America
io lo so cosa ti ha portato
a scaricare il tuo odio antico
sulle terre di Maometto,
ad uccidere Saddam che s’era nascosto
[dentro a un buco
a bombardare il suolo libico
come un film di John Wayne
“Ed io chi sarei?”
come un film con Humphrey Bogart
“Francamente me ne infischio!”
America
io so perché hai provato
ad addestrare i ribelli siriani
e a proteggere Tayp Erdogan
mentre uccideva i compagni kurdi.
America
io lo so cos’hai pensato
mentre le generazioni soccombevano
sotto i fucili e le munizioni.
America
dai biondi litorali
io so perché ogni giorno
ci dai notizie dei tuoi amori passeggeri.
America
io lo so perché non hai voluto
che la tua giovinezza,
insieme a quella del resto del mondo,
crescesse e diventasse florida,
vendendo muffin&libertà
negli ipermercati
illuminati a energia nucleare.
America
le cui ombre aleggiano
sotto la maschera dei Trump
e dei Bush e dei Reagan,
America e la tua
divina pornografia.
America
il nuovo impero costruito nell’Ontario,
nei paradisi Apple dorati della California.
America
che hai messo fiori nei tuoi cannoni
e fast food a basso costo nel centro di Palermo.
America
che hai promosso
i diritti degli omosessuali
e schiacciato i sogni del resto del mondo.
America
che hai stretto
i pugni attorno a un tavolo
e i cadaveri in un fosso.
America
delle università blindate
che hai dato fuoco alle chiese nere.
America
che per anni ci hai nascosto
il tuo vero volto.
America
di bambini armati
e bambinaie disperate sui banconi.
America
che malgrado tutto questo
non tolleri la menzogna
e non vuoi sentir ragioni.
America
che non vuoi superuomini,
ma supereroi.
America
impegnata a scacciare il puzzo
dai ghetti di Harlem.
America
Bin Laden ha scritto anche poesie,
ma i tuoi figli in Iraq
sono morti di te.