Tu sei il vuoto (poesia sulla violenza di genere)

tu sei il vuoto
un finale aperto
la mancanza di luce
infondo al tunnel

tu sei la mancanza
dispersa, inappagata
tra l’anelito
e il mancato applauso

dove cammini
non cresce niente
ché non fai mai caso
a ciò che calpesti

perché tu sei il nulla
che mi circonda
sei della stessa pasta
di cui son fatti i segni

che ti lascio, ogni volta
che – incauta –  ritorni
a me, senza pensare
senza pensarmi

ML/F/1984/91